Presentazione in grande stile per la 71^ edizione del Trofeo Matteotti, la #classicaabruzzese di ciclismo che cambia data, si colloca a una settimana di distanza dal Mondiale di Innsbruck e vedrà la presenza al via di Nairo Quintana, il campione colombiano della Movistar che, dopo il successo sul Blockhaus al Giro d’Italia 2017, proverà a vincere la #classicaabruzzese.

Nello splendido scenario dell’Aurum – Fabbrica delle Idee di Pescara, la cerimonia di presentazione dell’evento in programma domenica pomeriggio e che vedrà 138 atleti darsi battaglia sul circuito tradizionale di 15 chilometri nei comuni di Pescara e Montesilvano da ripetere 13 volte.

“Sono più che emozionato perché a fianco a me ho Renato Ricci che è la storia del Trofeo Matteotti – le parole del presidente dell’Unione Ciclistica F.Perna, Daniele Sebastiani -. Una corsa che vogliamo riportare agli antichi fasti, partendo dal cambio di data che non permetteva, spesso, di avere una rosa di squadre ampia per coincidenza con altre competizioni. Il Matteotti ha visto in passato la presenza di grandi campioni e la disputa di tre campionati italiani. Ringrazio la Regione Abruzzo che ha profuso un impegno importante per questa manifestazione. Miglioreremo nei prossimi anni, questo è certo. Aspetto tante persone domenica perché non c’è cosa più bella per un ciclista che vedere tanto pubblico sulle strade”.

“Quello del Trofeo Matteotti è un brand fortissimo – ha sottolineato il presidente FCI, Renato Di Rocco – soprattutto considerando che la bicicletta, negli ultimi anni, è diventato un veicolo di promozione ciclistica e valorizzazione del territorio. Quando all’estero si parla di Trofeo Matteotti si pensa immediatamente alla città di Pescara. Mi piace l’idea che ci sia un rapporto umano, all’interno dell’organizzazione, che permetta al nuovo presidente e a quello uscente di vivere il cambiamento come una staffetta e non come una battaglia. L’apporto tecnico di Stefano Giuliani è fondamentale: conosce il gruppo e la sensibilità degli atleti nel disegno del percorso”.

“Di solito quando si cambia management, ci si aspetta una vera rivoluzione – ha affermato il presidente onorario dell’Unione Ciclistica F.Perna, Renato Ricci -. Invece, con piacere, ho visto che Daniele Sebastiani ha mantenuto intatto quello che io pensavo: il fatto di portare avanti questa tradizione con passione e rispetto. Ha mantenuto anche l’opuscolo di cui, pensavo, avrebbe fatto a meno. Il primo, del 1950, lo conservo ancora perché, tra gli altri, lo sponsorizzava mio padre. Vedere che è stata mantenuta la consuetudine, mi riempie di gioia e orgoglio”

Poi è stata la volta del direttore tecnico del Trofeo Matteotti, Stefano Giuliani che ha ufficializzato la notizia arrivata qualche ora prima: “La novità – ha detto in apertura del suo intervento – sarà la presenza di Nairo Quintana. Conosco il suo general manager Eusebio Unzue da una vita e so quanto i sudamericani tengano a questa corsa. Sotto l’aspetto tecnico, credo che il clima farà la differenza anche dal punto di vista della sicurezza. In carriera sono stato sempre un attaccante e spero che questa edizione possa regalare emozioni a chi verrà a vederla. Mi piacerebbe che il prossimo anno la Nazionale che verrà al Matteotti possa essere quella che parteciperà al Mondiale 2019”.

“In questi ultimi anni – ha confermato l’assessore regionale allo Sport, Silvio Paolucci – abbiamo sposato l’idea di rilanciare il Trofeo Matteotti. Ricordo le difficoltà del 2014 quando c’era Renato Ricci e scegliemmo, allora, di iniziare un percorso e fare delle scelte, anche organizzative, che daranno certamente un futuro a questa competizione ciclistica, un tesoro sportivo che viene dal passato ma che guarda al futuro del nostro Paese”.

“Col nome di Giacomo Matteotti, nell’Italia del dopoguerra, è ripartita la tradizione e la passione per le due ruote – così il Sindaco di Pescara, Marco Alessandrini -. Come amministrazione abbiamo dato il nostro contributo a questa manifestazione e ci teniamo a fare gli auguri al nuovo management dal cuore antico come quello che batte nel petto di chi ama, e sono davvero tanti, questo sport. Domenica sarà un giorno di festa”.

Non solo la città di Pescara, ma anche Montesilvano protagonista del circuito cittadino farà da cornice all’edizione di domenica 23 settembre. “Il Trofeo Matteotti – per il Sindaco Francesco Maragno – ha segnato lo sviluppo non solo di Pescara ma anche di Montesilvano . Dobbiamo ringraziare chi ha permesso che si arrivasse all’edizione 71 perché non è stato affatto semplice in anni di crisi durante i quali anche per chiunque sarebbe stato impossibile assicurare il ciclismo ad alti livelli come ha fatto il Matteotti”.

“Arrivare a 71 edizioni è difficilissimo – ha voluto confermare il presidente del CONI Abruzzo, Enzo Imbastaro – sono pochissime le manifestazioni che possono vantare una tale longevità. Per questo ringrazio il nuovo presidente Daniele Sebastiani che darà di sicuro nuova linfa all’evento e spero possa ritornare ai fasti degli anni passati”.